L’indiscreto: le pagelle di Roma-Atalanta di Fabio Calascibetta

Szczesny 6: Sul gol di Kurtic può sinceramente poco, bravo nei disimpegni coi piedi, nella ripresa fa praticamente da spettatore.

Rudiger 5: Da esterno destro attacca male e difende peggio, soffre persino Cristante che non è un fulmine di guerra. Un po’ meglio va nella ripresa quando Spalletti lo riporta nella posizione di centrale difensivo.

Manolas 5: Non ha particolari pecche difensive ma lasciato libero dai giocatori dell’Atalanta combina disastri nella costruzione della manovra, infatti Spalletti arrabbiatissimo con lui lo sostituisce alla fine del primo tempo.

Fazio 7:  In fase difensiva contiene molto bene Petagna vincendo tutti duelli, è lui l’unico difensore che riesce a far partire bene le azioni offensive.

Mario Rui 6,5: Anche se nel primo tempo fatica a proporsi davanti per colpa dei suoi compagni troppo lenti a liberarsi del pallone, nella ripresa con la squadra tutta votata all’attacco si propone spesso al cross, tanto è vero che il pareggio di Dzeko nasce proprio da uno di questi.

De Rossi 6,5: Nonostante di problema fisico gioca dal primo minuto, in fase di costruzione soffre la marcatura a uomo di Kurtic, sbaglia anche qualche appoggio semplice ma da vero capitano suona la carica, sfiora di testa il col già dal primo tempo poi nella ripresa sempre sugli sviluppi di un corner prende il palo esterno con una splendida rovesciata.

Strootman 5,5: La consueta grinta non li manca ma con DeRossi marcato uomo dovrebbe prendersi il rischio di qualche iniziativa in più, invece anche lui commette qualche errore di troppo.

Salah 5,5: L’unica cosa positiva è l’assist di testa per il gol di Dzeko, sempre raddoppiato non riesce mai a sprigionare la  sua velocità, mai una conclusione pericolosa verso la porta avversaria.

Nainggolan 6,5: Ingaggia un bellissimo duello fisico con Kessie che finisce in parità. Nella ripresa dopo aver sparato in alto un tiro da buona posizione, ha la grande occasione per portare in vantaggio la sua squadra ma il bolide scagliato da dentro l’aria di rigore per sua sfortuna sbatte sotto la traversa.

Perotti 6: Nel primo tempo crea quasi nulla, un po’ meglio nella ripresa anche se Hateboer lo contiene bene riesce comunque a creare maggiori pericoli, prima arriva con un soffio di ritardo e non riesce ad impattare su un bel cross di Peres, poi è Gollini che gli respinge una bella conclusione di sinistro.

Dzeko 6: Un fantasma nel primo tempo, ad inizio ripresa è bravo raccogliere l’assist di testa di Salah segnando il venticinquesimo gol in campionato, dopodiché avrebbe un altra occasione ma arriva leggermente in ritardo su un bel cross di Perotti.

Peres 6: (dal 46′ al posto di Manolas) Il suo ingresso da maggiore vivacità alla squadra, belli e interessanti un paio di cross non ben sfruttati dai compagni.

El Shaarawy ng:(dal 78′ al posto di DeRossi)

Totti ng:(dall’ 86′ al posto di Perotti)

Spalletti 5,5: Non si sa per quale motivo la squadra non abbia giocato per tutto il primo tempo, la manovra era lenta e compassata, neanche un pericolo creato agli avversari. Non è bastata una ripresa tutta giocata in attacco, nonostante il gol del pareggio sia stato realizzato  ad inizio ripresa, sicuramente positivo l’inserimento di Peres ma non capiamo perché in una partita da vincere a tutti i costi e con un Atalanta schierata tutta in difesa l’inserimento di Totti sia stato così tardivo.