SPALLETTI: ” VINTA UNA PARTITA FONDAMENTALE. DZEKO ? HO VOLUTO PRESERVARLO, HO SOLO LUI COME CENTRAVANTI E HO TRE PARTITE FUTURE IMPORTANTISSIME…”

“Una delle vittorie più importanti del campionato, non una risposta importante. Nel senso che questa era una partita da portare a casa, da fare qualcosa di buono sotto l’aspetto di gioco per portare autostima e convinzione. Partita eccezionale da parte dei ragazzi. Il secondo posto è un traguardo che questi calciatori meritano, però è chiaro che mancano 5 partite e che c’è da fare risultati importanti, abbiamo confronti di altissimo livello con squadre di altissima qualità. Il Napoli fa vedere di essere temibilissimo sotto tutti gli aspetti, l’importante è arrivare con forza, tranquillità, consapevolezza di avere mezzi per giocarci risultati. Il derby? Sono quelle partite che non importa andarci a mettere le mani, i ragazzi troveranno motivazioni da soli. Džeko? Mi ha chiesto se faccio il furbo? No, davvero? (ride, ndr). Non me n’ero accorto. Bisogna che vada dentro. Come l’ho presa? Lui mi ha baciato, io l’ho ribaciato. Sembrano due cose differenti. È un problema grosso, vedrò di metterlo a posto, non mi ero accorto di tutto questo. Si vede da qui dall’immagine, lui è un po’ arrabbiato mi sembra. È arrabbiato. Menomale che non è venuto in panchina, perché grosso com’è… Forzatura sostituirlo? Poco corretta lo dite voi, io posso dire che essendo un centravanti che è l’unico che ho e ho 2-3 partite fondamentali e vinco 4-1 faccio un ragionamento diverso, che non voglio giocare senza di lui. Che vuol dire scorretto? Le letture possono essere all’opposto di quello che pensi. Anche io dico il mio pensiero”.