L’indiscreto: le pagelle di Roma – Udinese di Fabio Calascibetta

Alisson 6,5: pronti via e compie una gran parata su Jankto, poi sempre nel primo tempo si va trovare pronto su Maxi Lopez, ma il vero miracolo lo compie nella ripresa su un tiro a distanza ravvicinata di Bajic, in colpevole ritardo però sul gol dell’Udinese dove dovrebbe uscire ed invece rimane in porta.

Florenzi 6,5: altra prova positiva dopo il rientro spinge molto più di Kolarov, tenta anche qualche conclusione seppur poco felice verso la porta, ma mette più di un cross interessante.

Manolas 6: qualche piccola incertezza come quella del primo tempo che lascia a Maxi Lopez una nitida palla gol, ma nel complesso non demerita anche se l’Udinese in fase offensiva è poca cosa.

Fazio 6,5: non sbaglia praticamente nulla, si vede molto anche in fase di costruzione poiché De Rossi è spesso marcato.

Kolarov 6: partita meno appariscente del serbo che sembra quasi gestirsi in una partita a cui probabilmente non serve il suo aiuto, rimane più guardingo salendo molto meno del solito, si vede solo su un calcio di punizione calciato però tra le braccia di Bizzarri.

De Rossi 6: soffre la marcatura di Maxi Lopez e fatica a costruire il gioco ma in fase difensiva non fa mancare il suo appoggio ai due centrali salvando qualche situazione intricata.

Nainggolan 7: gioca a tutto campo pressando chiunque, non va mai alla conclusione in porta ma il suo apporto è stato comunque decisivo sicuramente tra i migliori in campo.

Strootman 6,5: anche lui è in crescita, in campo 90 minuti non fa mancare la sua grande energia a centrocampo ma da’ anche qualità con qualche bella imbucata.

Perotti 6,5: nel primo tempo gioca a destra che non è la sua fascia preferita, nonostante questo partecipa al terzo gol con la splendida rabona che viene poi trasformata in gol da El Shaarawy con la complicità della difesa dell’Udinese. Nella ripresa spostato a sinistra in una partita già chiusa dimostra sicuramente di essere più a suo agio, si procura il rigore con una percussione delle sue ma sfortunatamente dopo i 7 su 7 dello scorso anno lo tira sul palo.

Dzeko 7,5: realizza il suo sesto gol in campionato da centravanti vero, offre l’assist ad El Shaarawy per il secondo gol tenta un altro paio di conclusioni nello specchio della porta.

El Shaarawy 8: segna una doppietta, prima raccogliendo sotto misura un assist di Dzeko ma è molto bello il tocco sotto a scavalcare il portiere, il secondo gol nasce da un contropiede cominciato proprio da una palla riconquistata dal Faraone, che poi è bravo a credere nell’errore del difensore dopo la splendida rabona di Perotti.

Defrel 6: ( dal 71′ al posto di Dzeko) entra per dare fiato a Dzeko in una partita ampiamente chiusa, si muove bene avrebbe anche l’occasione di segnare il suo primo gol con la maglia della Roma ma Bizzarri di piede gli nega la gioia.

Moreno 5,5: ( dal 74′ al posto di Kolarov) ha il demerito di farsi scappare Larsen al 90′ che consente al difensore di segnare il gol della bandiera.

Peres ng: ( dal 78′ al posto di Florenzi).

Di Francesco 7: continuano a vedersi i progressi anche sul piano del gioco, la squadra chiude la pratica già nel primo tempo anche se oggi forse ha lasciato qualche palla gol di troppo agli avversari, molto bravo il mister nella rotazione e nei cambi.