PROSPETTIVE — Sotto questo profilo la Juventus può sorridere più di tutti. Il costante aumento del fatturato della società presieduta da Andrea Agnelli va di pari passo con i progetti di internazionalizzazione del brand. Sul mercato italiano lo sviluppo è costante, ma i margini di manovra sono evidentemente più ampi all’estero. E una Juventus globalizzata non può che accrescere il proprio appeal, con i relativi guadagni. Sia sotto forma di sponsorizzazioni, ma un po’ in tutti i rami della commercializzazione del brand.
PARAGONI — Il fenomeno borsistico del calcio italiano è partito nel 2000 con le due società romane, a fine 2001 è stata la volta della stessa Juventus. Gli entusiasmi iniziali portarono a quotazioni record, ma poi gli anni successivi hanno portato cocenti delusioni. Evidentemente il risanamento complessivo sta pagando. Anche per questo i record azionari rendono giustizia alla buona gestione di questi club. Ancora una volta, però, il primato juventino fa passare in secondo piano i meriti altrui. E il 2018 parte con gli stessi auspici.
Fonte:Romanews.eu