Chi trova la Champions trova un tesoro: alla Roma oltre 300 milioni dal 1992 a oggi

Champions League, mon amour. Non solo perché si tratta del torneo per club più prestigioso e importante al mondo ma, soprattutto, per tutti i ricavi che produce. La sola partecipazione ogni anno cambia i destini delle squadre. Lo hanno più volte ribadito alla Roma, oggi più che mai attaccata a quel quarto posto che può garantire la permanenza dei pezzi migliori della rosa. Come scrive Panorama.it, dal 1992 (data d’introduzione delle nuova formula) a oggi, il Real Madrid per esempio, ha incassato 689,5 milioni. Con il passare delle stagioni gli introiti sono cresciuti esponenzialmente, anche grazie all’aumentato premio del market pool. I giallorossi, con sole 10 partecipazioni, tutte o quasi negli anni più ricchi, sono riusciti ad assicurarsi 306,2 milioni di euro piazzandosi all’undicesimo posto, davanti anche all’Inter che nel 2010 è arrivata fino in fondo. Tra le italiane chi ha guadagnato di più è la Juventus, al quarto posto con 605 milioni. Questa la lista dei primi 20 club:

Bayern Monaco (Germania) 673,4

Barcellona (Spagna) 636,2

Juventus (Italia) 605,2

Manchester United (Inghilterra) 568,1

Arsenal (Inghilterra) 558,3

Chelsea (Inghilterra) 530,2

Milan (Italia) 412,1

Lione (Francia) 362,7

Psg (Francia) 335

Roma (Italia) 306,2

Borussia Dortmund (Germania) 294,5

Inter (Italia) 281,8

Manchester City (Inghilterra) 274,6

Bayer Leverkusen (Germania) 268,7

Atletico Madrid (Spagna) 267,5

Porto (Portogallo) 262,9

Olympiacos (Grecia) 253,5

Liverpool (Inghilterra) 232,8

Valencia (Spagna) 228,1

Psv (Olanda) 220

Fonte: Panorama.it

Condividi