ROMA TI AMO

ROMA TI AMO

E’ questa la frase che da il titolo alla prima Mostra organizzata e curata da Arthemisia Group società leader nella produzione e organizzazione di grandi mostre d’arte e esposizioni museali e sostenuta dall’Assessorato alle politiche giovanili di Roma Capitale dedicata interamente all’As Roma dalla sua nascita nel lontano 1927 che andrà in scena dal 18 febbraio al 20 luglio Titolo quantomai azzeccato potremmo dire perchè in essa si è cercato di racchiudere tutta l’essenza della Roma e della romanità da quando l’Associazione Sportiva Roma ha visto la luce con la fusione dei 3 club l’Alba il Roman e la Fortitudo. Roma anagramma di Amor e non è un caso per noi che lo sia e non lo è nemmeno per tutti quei tifosi che seguono la squadra allo Stadio Olimpico ed in qualasiasi stadio essa debba disputare una partita di calcio e per coloro che decideranno di vivere questa mostra dedicata interamente al loro Amor, alla Roma. La Mostra è stata allestita nelle prestigiose sale degli spazi di Factory Pelanda, presso l’ex Mattatoio di Testaccio, quel Testaccio, luogo natìo della Roma ed ancora oggi covo dello spirito romanista di un tempo ma anche delle nuove generazioni. Si entra da una grande porta a vetri ove garbatamente ci accolgono gli addetti alla biglietteria che sono dietro ad una scrivania ed al muro di fronte a loro lato visitatori si trova un grande pannello di colore giallorosso con tutte le informazioni circa la mostra ove assieme agli sponsor ed ai ringraziamenti subito saltano all’occhio i nuovi nomi della Roma dal Presidente James Pallotta a Italo Zanzi che campeggiano sotto al nuovo logo della Società giallorossa. (il nuovo organigramma della società) seguendo la parete giallorossa subito siamo all’interno della sala ove ha inizio il suggestivo percorso emozionale del tifoso, Siamo su un campo verde come quello dello stadio ove si ergono una specie di sagome del subbuteo su cui sono sistemate all’interno di una teca di vetro sorette dalla stampella le maglie dei giocatori della Roma, ci sono un sfilza di maglie col numero 10 sono tutte quelle dei capitani della Roma, sono quelle di Francesco Totti, c’è quella verde della partita con lo Slavia Praga di coppa Uefa e quella col logo asics Nuova Tirrenia, quella del principe Giannini bianca Barilla, quella di De Rossi e quella di Daniel Fonseca attaccante della Roma dal 1994 al 1997. Uscendo da questa prima sala siamo di fronte ad una particolare targa, è una targa su cui possiamo leggere le parole del primo Presidente della Roma , Italo Foschi e subito l’emozione è grande perchè sei di fronte al papà della Roma al papà del tuo Amore della tua passione a colui che allora presidente della Fortitudo Pro Roma decretò la costituzione dell’Associazione Sportiva Roma insieme all’Alba Audace presieduta dall’onorevole Ulisse Igliori e al Roman F. C. dell’avvocato Vittorio Scialoja si fusero per dar vita al sodalizio che porta i colori della città. Le parole sulla targa sono posate su uno sfondo nero e risaltano quasi a voler brillare con il loro stupendo color oro “A me va riconosciuto il merito di aver valorizzato, come non era mai avvenuto per il passato, il gioco del calcio a Roma ” La targa si trova anch’essa dietro ad un teca di vetro in cui sono posti anche la scrivania la poltrona e le due sedie dello studio privato di Italo Foaschi di via Forlì e sul tavolo campeggia una stautetta in bronzo con lo stemma della lupa capitolina, sulle pareti laterali ci sono i diversi articoli dei giornali dell’epoca dello storico sodalizio cone la foto del Presidente Foschi. Si ha subito la sensazione di trovarsi d innanzi a qualcosa di importante, la scritta dorata che rapisce l’occhio rubando forse la scena all’arredo ed ai cimeli di allora e poi abbassando lo sguardo si può ammirare lo studio di Italo Foschi conservato per decenni grazie alla passione romanista di Vittorio Zingarelli figlio di Italo Foschi. Sulla scrivania c’è un foglio , è quella la copia dell ‘Ordine del giorno numero 1, 22 luglio 1927 nato su disposizione di Italo Foschi per coordinare l’attività della As Roma in tre commissioni. Usciti dalla stanza ove è riprodotto lo storico studio ove il sogno Roma ha preso forma, ci troviamo davanti ad alcune coppe tra cui la Coppa CONI il primo trofeo vinto dalla Roma il 29 luglio 1928 spareggio a Firenze nella partita Roma-Modena 2-1 Nella stessa stanza abbiamo sempre rigorosamente protetti da teche di vetro ancora ritagli di giornale dell’epoca, le partite della Roma di allora, Proseguendo siamo di fronte davvero all’esposizione che potremmo considerare un vero “sacrario” per tutti i tifosi giallorossi, all’interno di vetrine bianche troviamo le maglie della Hall of Fame 2013 dei Grandi calciatori della storia giallorossa, e sotto ci sono gli oggetti che usavano allora, gli scarpini, il rasoio ed il pennello per la barba di Paolo Roberto Falcao, il pallone di Giacomo Losi col suo libro ‘Core de Roma’,la brillantina per i capelli di Fulvio Bernardini,il ventilarore di Attilio Ferraris IV e sotto la maglia di Bruno Conti campeggia la gazzetta dello sport di allora Italia-Germani 3-1 Campioni del Mondo. Accediamo poi ad una stanza su cui ancora troviamo una esposizione a parete intera con ritagli di giornale dell’epoca ed i gagliardetti, nelle stanze laterali troviamo ancora magliette storiche di chi ha vestito quei colori e partite altrettanto storiche che ci hanno fatto piangere e non solo di gioia, infatti su una parete c’è il biglietto di quel maledetto Roma-Liverpool con la maglia di allora su un manichino, una ferita ancora tanto grande da sanare che per ogni tifoso della Roma che vi decidesse di volgere lo sguardo, Arriviamo poi ad un’altra intera parete ove sono esposte tutte le coppe Italia che ha vinto la Roma, in basso c’è uno schizzo raffigurante l’ingegner Dino Viola con una statua della lupa capitolina con le medaglie celebrative dello scudetto del 82′ 83′ Su altre pareti ci sono tutte coppe vinte dalla Roma in attesa di poterne mettere sempre di più.ù C’è poi una maglia celebrativa di ringraziamento rossa con la scritta 2 MM on facebook autografata come tutte le altre viste finora, questa dal Capitano. Ci sono su un lato della vetrina i gagliardetti delle partite giocate quest anno dalla Roma. Ci sono delle due Coppe dello Scudetto. Arriviamo attraverso un corridoio su cui campeggiano le immagini dell’attuale rosa della Roma ad una stanza tutta circondata di monitor con al centro della stanza un plastico dell’attuale casa della Roma, del Centro Tecnico Fulvio Bernardini, meglio conosciuta come Trigoria, il plastico è fatto davvero bene ed è anch’esso all’interno di una teca di vetro a protezione, Dietro al plastico su un monitor interattivo scorrono le celebri frasi degli uomini legati alla Roma , possiamo leggere ad esempio “La Roma è una questione di cuore va vissuta a 100 all’ora ” del Principe Giannini, o “Abbiamo rimesso la chiesa al centro del villaggio” le celebri parole di Rudi Garcia dopo la lezione del derby 2013 appena arrivato a Roma. Attraverso due tende bianche entriamo in uno spazio dove c’è l’erba sintetica e sopra scorrono le immagini su un grande monitor della storia della Roma, fa venir voglia di sdraiarsi come a voler ammirare le stelle, la nostra stella, la nostra Roma. Arriviamo ad un megabiliardino dove ci sono i giocatrori della hall of fame con quelli della rosa attuale a voler simulare una qualche sfida o un segno di coninutià e di ricerca di granadezza. Pezzo forte è il documento di Totti, una foto di bambino, il tesserino della Figc di allora . C’è poi l impronta del piedone di Manfredini. Attraverso un corridoio accediamo alla galleria Corriere dello Sport”, nella quale sono riprodotte centinaia di pagine dello storico giornale hanno visto la storia della Roma, dal primo scudetto alla morte di Franco Sensi al goal di Turone. Usciti da questa galleria di emozioni si arriva al negozio della Roma ove è possibile acquistare a vario prezzo ogni gadget della squadra giallorossa, dal semplice portachiavi al braccialetto alla maglia del proprio campione, il tutto sotto l’occhio vigile delle due cassiere molto gentili e di chiara fede giallorossa.

All’uscita della mostra abbiamo intervistato alcuni tifosi che hanno visitato la mostra e i loro commenti sono stati entusiastici e allora invitiamo tutti gli amici di andarla a visitare, anche questo è un aiuto, anche se piccolo, alla Società ma sopratutto è una semplice dimostrazione d’Amore.

Edoardo Spampinato- Manuel Fares (fedegiallorossa.it)

 

TUTTE LE INFORMAZIONI NECESSARIE PER VISITARE LA MOSTRA

Ridotto Bambini € 5,00 bambini da 4 a 11 anni non compiuti Ridotto Speciale € 8,00 Omaggio Bambini fino a 4 anni non compiuti; accompagnatori di gruppi (1 ogni gruppo); insegnanti in visita con alunni/studenti (2 ogni gruppo); soci ICOM (con tessera); possessori di Vip Card Arthemisia Group.

Diritti di prenotazione e prevendita: Gruppi e singoli € 1,50 per persona Scuole € 1,00 per studente

Informazioni e prenotazioni T 06 98 37 33 40 www.ticket.it/roma www.mostraromatiamo.it www.asroma.it/romatiamo Uffici Stampa AS Roma Camilla Palombo – T +39 06501911 ufficio.stampa@asroma.it Arthemisia Group Adele Della Sala – ads@arthemisia.it M +39 345 7503572 Anastasia Marsella – press@arthemisia.it T +39 06 69380306 Liliana Chiaramello – lc@arthemisia.it Catalogo 24 ORE Cultura – Gruppo 24 ORE Michela Beretta michipress@virgilio.it – M +39 333 1749021 Hashtag ufficiale della mostra #romatiamo AS Roma facebook.com/officialasroma twitter.com/officialasroma youtube.com/asroma Arthemisia Group facebook.com/ArthemisiaGroup twitter.com/arthemisiagroup youtube.com/user/ArthemisiaGroup!